mercoledì 2 luglio 2014

Come smettere di mangiarsi le unghie

Se lo sapete, ditemelo!

No, scherzi a parte, la mia carissima ElisaKiki mette sempre delle bellissime reviews di nail art, ma, se ci si mangia le unghie come la sottoscritta, è un po' difficile riuscirle a fare.
Diciamo che io, personalmente, vado molto a periodi: se mi impegno, riesco a non mangiarle anche per mesi (come prima del matrimonio, dove avevo delle unghie lunghe e bellissime), poi però a volte cedo e ricomincio, purtroppo...

Comunque, anche se non sono la persona più indicata, ecco qui qualche metodo per riuscire a smettere con questa brutta abitudine che, se anche non è dannosa come il fumo, di certo non è molto estetica. E poi, come dice mio marito, a cui, giustamente, dà fastidio quando mi vede con le dita in bocca, non è proprio vero che non faccia male alla salute, dato che, insieme alle unghie ci mangiamo migliaia di virus, batteri e schifezze varie!



1- La forza di volontà: lo so, è la scoperta dell'acqua calda, ma, per me, è l'unico rimedio che funziona. Magari non sempre a lungo termine, ma, se ci si mette, non è così difficile, anche perché, a differenza di altre dipendenze come il fumo o peggio, questa è soltanto un'abitudine, non c'è dipendenza da una sostanza precisa.

2- Lo smalto amaro. Personalmente, non l'ho mai provato, per come sono fatta io, non funzionerebbe (se è il momento giusto, mi basta la forza di volontà, se non è il momento giusto, finirei per toglierlo nel giro di due secondi), ma so che per tante ha funzionato. Ce ne sono tanti e di marche diverse. Uno è quello della Kiko.


3- Mettersi uno smalto semplice: anche questo può funzionare, anche se c'è il rischio di mangiare lo smalto. Quando ero piccola, mia nonna mi diceva che mangiare lo smalto, anche in piccolissime quantità, facesse malissimo...con il tempo, ho capito che non era vero, quindi anche questo metodo lascia il tempo che trova, ma se a qualcuna è sufficiente, tanto meglio.


4- Farsi la ricostruzione o una semipermanente: questo metodo, onestamente, funziona, anche se non è per nulla economico, purtroppo. Funziona, per il fatto che provare a mangiarsi un'unghia ricostruita o con su lo smalto semipermanente, non è per niente piacevole, sembra di mangiare un pezzo di plastica, anche perché di quella si tratta. In qualche momento di disperazione, per così dire, sono arrivata a togliermi i pezzi di semipermanente con i denti, ma, in generale, la consistenza plasticosa, basta per far desistere dal nefasto rosicchiamento. I contro sono, come già detto, il prezzo, alto soprattutto per la ricostruzione che poi va mantenuta (e anche la semipermanente non è proprio a buon mercato) e il fatto che, per fare la ricostruzione, bisogna comunque farle crescere un pochino le unghie, altrimenti è difficilissimo farla e c'è il rischio che le tip si stacchino.

La mia estetista, poi, per esempio, fa pagare di più per la ricostruzione sulle unghie mangiucchiate rispetto a quelle normali, per la serie...comincio già io a farti smettere, o, se non altro, ti aiuto!
Buon appetito...ops, buona nail art a tutte!